Rassegna stampa | qui.uniud | Uniud
Copertina numero 27
27
NUMERO 27
mar - apr 2008
Copertina numero 26
26
NUMERO 26
gen-feb 2008
Copertina numero 25
25
NUMERO 25
nov - dic 2007
Copertina numero 24
24
NUMERO 24
sett - ott 2007
Copertina numero 23
23
NUMERO 23
mag - giu 2007
Copertina numero 22
22
NUMERO 22
mar - apr 2007
Copertina numero 21
21
NUMERO 21
gen - feb 2007
Copertina numero 20
20
NUMERO 20
nov - dic 2006
Copertina numero 19
19
NUMERO 19
lug - ott 2006
Copertina numero 18
18
NUMERO 18
mag-giu 2006
Archivio di tutte le riviste Archivio di tutte le riviste
Ricerca nell'archivio Cerca

ufficio.stampa@amm.uniud.it
Copertina numero 17
17
La rivista in pdf (4.0 MB)
L'inserto in pdf (181.5 KB)

L'editoriale

Quale valutazione per quale università


Alcuni la invocano come panacea, come terapia per correggere i mali, altri la osteggiano, forse la temono come il più pericoloso e umiliante affronto: è la valutazione, tema chiave del nostro tempo, “tormentone” capace di suscitare sentimenti forti e contrastanti. Nell’Università sta avendo, almeno a parole, un impatto sempre maggiore. Ormai non esiste soltanto la tradizionale valutazione dei docenti sugli studenti. Ci sono anche quelle degli studenti sui docenti, del Ministero sull’università, di sempre nuovi organismi e commissioni sulla ricerca. Io sono un convinto valutazion-entusiasta. La valutazione è l’unica metodologia per affrontare l’ imperativo cruciale della qualità, del miglioramento continuo. Misurare, seppure con approssimazione, e provvisoriamente, ma, per quanto possibile, in modo oggettivo, è sempre meglio che non farlo. Ma cosa si intende con valutazione? In primo luogo non ha senso una valutazione una tantum. Deve essere un processo reiterato: solo così conduce alla consapevolezza del modo di percepire la qualità e innesca il processo di miglioramento dinamico. Soprattutto nel caso di un servizio, come quello dell’Università, l’opinione di chi lo riceve deve interessare chi lo offre. Ma proprio tale servizio si trasforma nel tempo. La valutazione è, per sua natura, parziale e provvisoria, e non va mai presa come definitiva e normativa. Il solo esercizio di valutazione spesso conduce a migliorarsi, come nel caso dell’autovalutazione. In secondo luogo le valutazioni sono una cosa, le graduatorie un’altra. Non vanno confusi i due concetti. E non è sempre necessario fare dei confronti. Ma quando sono fatti, devono essere tra ambiti omogenei. E sono tanto più precisi, quanto più ampie sono le basi. È significativo, inoltre, valutare solo entità di una certa dimensione. Ha senso sia valutare sistemi piuttosto che singole componenti sia valutare su periodi lunghi piuttosto che fotografare un istante. Così facendo ci si approssima rapidamente alla media, che poi è l’unica grandezza che si può scientificamente misurare. Altrettanto importante è scegliere bene gli indicatori. Guai a sperare ingenuamente o maldestramente che questi si possano aggregare in un unico voto così da redigere una classifica assoluta. Periodicamente compaiono elenchi delle migliori università del mondo. Perché non fare una graduatoria anche per il miglior paesaggio del mondo, o il miglior piatto? Dunque promuoviamo con coraggio la valutazione consapevole a tutti i livelli! Il nostro Ateneo, quando valutato correttamente, figura sempre assai bene. E, se ciò non dovesse accadere, prendiamo spunto per migliorare.
Furio Honsell

NUMERO 17 (mar - apr 2006)


PRIMO PIANO
- L’ateneo friulano progetta la futura espansione
L’Università di Udine ha festeggiato 28 anni. All’inaugurazione dell’anno accademico 2005-2006 spazio ai risultati da ricordare, alle attività e agli obiettivi futuri. L’unico neo restano i finanziamenti ministeriali. Che nel 2006 non saranno incrementati. Sarà costruita una nuova biblioteca e laboratori per 60 mila metri quadri al polo dei Rizzi. I progetti edilizi illustrati durante l’inaugurazione dell’anno accademico.

GALASSIA UNIVERSITA' - RICERCA
- Archeologia, castelliere del 1700 avanti Cristo
Le nuove ricerche sulla protostoria in Friuli hanno scoperto a Gradisca di Sedegliano uno dei più antichi insediamenti della pianura padana.
- Innovazione, Università di Udine capofila di 10 progetti
Finanziati con 1 milione 646 mila euro dalla legge regionale. Studieranno anche cellule staminali, farmaci contro il cancro, prosciutto crudo e performance innovative.

GALASSIA UNIVERSITA' - DIDATTICA
- Tra hardware e bit: la scommessa delle tecnologie web
Il corso di laurea di Informatica a Udine è stato il quinto in Italia ad essere attivato.
- Dopo la laurea triennale? Al lavoro O forse no
Ecco il primo identikit dei laureati triennali. 56 giovani su 100 lavorano ad un anno dal titolo. Di questi, il 16,9% ha deciso anche di continuare a studiare. E ben il 34,3% si è iscritto alla laurea specialistica.

GALASSIA UNIVERSITA' - ISTRUZIONI PER L'USO
- Il prezzo della cultura? Nullo, con i libri di tutti
Il Centro Speciale di Servizi Bibliotecari di Gorizia apre anche quest’anno le porte agli studenti. Cinquemila i libri a disposizione.
- Un C@ppuccino per un pc: parte il progetto
Per gli studenti è più facile comprare un portatile wi-fi. Grazie al progetto attivato dal ministero, gli universitari avranno un prestito rimborsabile con un euro al giorno.

UNIVERSITA' & TERRITORIO - IMPRESE
- Energie rinnovabili di origine agricola: think tank Università-Coldiretti
- Impresa e ricerca: è partita la scommessa europea
Usufruire delle opportunità di finanziamento europee è una delle maggiori difficoltà per le imprese. In loro aiuto è arrivato lo sportello dell’Agenzia per la promozione della ricerca europea, aperto al Parco scientifico di Udine. Nel primo anno di attivazione hanno preso contatto 150 aziende e istituzioni.
- Gli artigiani al Parco scientifico e tecnologico
Parte lo Sportello Innovazione di Confartigianato: 120 imprese contattate, 46 progetti elaborati, dei quali 10 finanziati.
- Nuovo direttore al Parco scientifico e tecnologico
È Fabio Feruglio, ingegnere friulano, laureato all’ateneo udinese. Traghetterà il Parco scientifico dalla fase di rodaggio a quella di completo sviluppo.
- Premio nazionale dell’innovazione: Udine gioca in casa
Ai nastri di partenza Start Cup Udine 2006, la business plan competition che ha visto trionfare l’ateneo friulano nelle passate edizioni. Quest’anno riflettori puntati anche sulla finalissima nazionale, in programma il 4 dicembre.
- Università chiama impresa con l’industrial liaison office
Il ministero finanzia il progetto realizzato con Sissa, Seconda università di Napoli e l’Ateneo del Sannio. Sarà un punto di riferimento per il trasferimento della ricerca alle imprese.

MONITOR - QUI PORDENONE
- 900Civile adattato per il piccolo schermo

MONITOR - DIARIO
- 5 x mille ai giovani
- Errata corrige
- Maggio e giugno all’università
- Laurea a Padoa Schioppa imprenditore d’Europa

POLICLINICO UNIVERSITARIO
- Diagnosi più precise con un migliore approccio al paziente
Cominciata nel 1991, l’attività della clinica di Semeiotica chirurgica del Policlinico universitario si è sempre più specializzata nel campo dei tumori. Oggi è l’unico centro in regione, oltre al Cro di Aviano, ad eseguire terapie di tipo loco-regionale.

UNIVERSITA' & TERRITORIO - SCUOLA
- Salone dell’orientamento: faccia a faccia con il futuro
Folla di giovani al tradizionale appuntamento con le scuole. Il consiglio del rettore: “Scegliete ciò che vi piace e divertitevi per essere creativi”.

UNIVERSITA' & TERRITORIO - TEMPO LIBERO
- Oriente e Occidente a confronto
Parte la seconda edizione di “Identità e differenze al tempo dei conflitti”, la manifestazione organizzata dall’associazione vicino/lontano. Da quest’anno aumenta il coinvolgimento dell’Università di Udine.

MONITOR - LAVORI IN CORSO
- Nuove aule allo Stella Matutina

MONITOR - QUI GORIZIA
- I segreti dei film “cult” al Dams

MONITOR - IDEE GIOVANI
- Asiu, ingegneri fra studio e tempo libero

MONITOR - SEGNALIBRO
- Ado Furlan, una (ri)scoperta